Festival Notte della Taranta

0
116

Salento, 5-25 agosto 2018.

Il Festival della Notte della Taranta è una manifestazione tra le più significative in Italia dedicata alla musica popolare.

E’ un festival itinerante che si svolge in diversi paesi del Salento, nella provincia di Lecce, ed è dedicato nello specifico alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica.

Giunto alla sua 21esima edizione, la formula del festival che culmina nel Concertone finale di Melpignano (LE) si caratterizza in maniera del tutto originale ed innovativa per la presenza di un Maestro Concertatore, scelto ogni anno, invitato a reinterpretare i “classici” della tradizione musicale locale avvalendosi di un gruppo di circa trenta tra i migliori musicisti di riproposta del Salento, assieme ad ospiti eccezionali della scena nazionale e internazionale.



Booking.com

Tra i Maestri Concertatori che hanno contribuito alla crescita de “La Notte della Taranta”, alcuni importanti nomi del panorama musicale nazionale e internazionale: Daniele Sepe (1998), Piero Milesi(1999 e 2001), Joe Zawinul (2000),Vittorio Cosma (2002), Stewart Copeland (2003), Ambrogio Sparagna (2004, 2005, 2006), Mauro Pagani (2007, 2008, 2009), Ludovico Einaudi (2010, 2011), Goran Bregovic (2012), Giovanni Sollima (2013, 2014), Phil Manzanera (2015), Carmen Consoli (2016), Raphael Gualazzi (2017).

Festival Notte della Taranta 2018

La direzione del concertone di quest’anno è affidata alla musicista Andrea Mirò, che ha ben chiaro quale sarà il focus: il rock d’autore, dall’impianto raffinato e allo stesso tempo energico, come pizzica comanda. Sul palco ci saranno anche Clementino e James Senese. Presenti anche i salentini doc Après la classe, il trombettista Frank Nemola – storico componente della band di Vasco Rossi – e il fisarmonicista Davide “Billa” Brambilla. Il tema dell’anno sarà il paesaggio, a declinarlo il poeta Mino De Santis con un brano inedito.

Programma del festival

Si parte il 2 agosto a Sternatia con la mostra audiovisiva “Modugno Salentino” di Rudi Assuntino e il 3 agosto ad Otranto con il Progetto Rossini 1968/2018 “Figaro Su, Figaro giù…!”.

Dal 5 agosto iniziano i concerti serali. Prima tappa Corigliano d’Otranto dove si esibiranno: Orchestra Sparagnina diretta da Ambrogio Sparagna; Mandatari (dalla Puglia) e Antonio Amato Ensemble. Il 6 agosto si fa tappa a Nardò con l’Orchestra Popolare La notte della Taranta e il concerto Terra,Pane e Lavoro a cura di Rocco Nigro. Il 7 agosto il festival approda a Sogliano Cavour con l’Orchestra Popolare del Saltarello e i Fonarà. L’8 agosto si fa tappa a Ugento con I Calanti e l’Orchestra Popolare La notte della Taranta, mentre il 9 agosto si va a Cursi con i suoni di A Renderchitte e Uaragniaun e Piero Balsamo. Il 10 agosto è la volta di Acaya dove si esibiranno i Petrameridie. Il Festival prosegue l’11 agosto a Zollino con gli Alla Bua e il 12 agosto a Calimera con i Kamafei. Il 13 agosto si va ad Alessano con il concerto de Li Strittuli e l’Orchestra Bottoni, per proseguire il 14 agosto con la città di Lecce dove si esibiranno Enzo Petrachi & Folkorchestra e Antonio Castrignanò & Fanfare Ciocarlia. Il 16 agosto si fa tappa a Carpignano Salentino con il concerto degli Ionica Aranea e di Ruggiero Inchingolo & Suoni dal Mediterraneo Project. Il 17 agosto si approda a Galatina con il Canzoniere Grecanico Salentino e il 18 agosto a Castrignano de’ Greci con Accademia Folk e Ariacorte. Il 19 agosto il festival passa per Soleto dove si esibiranno Alessandra CaiuloKoiné e Pizzicati int’allu core Cjs. Il 20 agosto la tappa è a Martignano con gli Officina Zoe mentre il 21 agosto si va a Sternatia con l’Orchestra popolare La notte della Taranta. Il 22 agosto si passa da Cutrofiano con i Kalàscima e il 23 agosto si approda a Martano con I Briganti e Bottari degli Alburni e Stella Grande.

A concludere il festival il 25 agosto lo storico Concertone Finale a Melpignano.

A corollario dei concerti il festival propone anche mostre, degustazioni, live performance, laboratori.

Per maggiori info, consultate il sito web del festival.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here